Aci Castello, aggredito a calci e pugni dal buttafuori della discoteca per il modo di ballare

Una volante della polizia

Lo scorso 13 agosto un giovane 23enne venne pestato all’interno di una discoteca dove si era recato insieme ai propri amici per trascorrere una serata all’insegna della musica e del divertimento. Non sapeva che per lui, quella serata si sarebbe trasformata in un incubo. Il suo modo di ballare eccessivamente estroso e ridondante nelle movenze, aveva indotto il buttafuori e un ex dipendente del locale ad invitarlo a lasciare la sala.

Il giovane, intimorito dalle minacce, si è opposto alla richiesta dei due, ottenendo per tutta risposta calci e pugni al volto. Dopo essere caduto per terra, il giovane è stato ancora picchiato selvaggiamente dal buttafuori, al torace, alle gambe e al volto, perdendo i sensi. La vittima dell’aggressione è stata subito condotta presso l’ospedale Cannizzaro, dove ha ricevuto le prime cure del caso e dove gli è stata diagnosticata la frattura della mandibola e il trauma cranico.

Dopo l’aggressione, i carabinieri della compagnia di Borgo-Ognina, hanno effettuato le indagini per accertare le responsabilità anche mediante le testimonianze dei presenti. Espletate le indagini di rito sono stati individuati i responsabili dell’efferata aggressione, compreso il buttafuori. Per tutti è scattata la denuncia per lesioni personali. Il giovane è stato sottoposto ad intervento chirurgico per la riduzione della frattura alla mandibola.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*