Aci Trezza, accertate carenti condizioni igienico-sanitarie in tre bar: sanzioni e denunce

Le carenti condizioni igienico-sanitarie di alcuni bar di Aci Trezza, sono finiti nel mirino delle forze dell’ordine, che in questa torrida estate stanno setacciando la ridente località balneare catanese al fine di smascherare dimenticanze, violazioni e imperizia di chi gestisce attività in qualche modo connesse con la somministrazione di alimenti.

I poliziotti del commissariato Borgo-Ognina coadiuvati dalla Forestale e da funzionari Asp veterinari e Igiene pubblica hanno provveduto ad accertare irregolarità, anche gravi, in tre esercizi. Nel primo sono state riscontrate precarie condizioni igienico-sanitarie, fra le quali la presenza di alimenti surgelati, tavola calda, fragoline, filetti di pollo, brioches e altri alimenti che venivano presentati nel menù come alimenti freschi. Carenze sono state riscontrate anche all’impianto elettrico con la presenza di cavi in stato di manutenzione. Igiene precaria anche nelle toilette del locale e negli spogliatoi riservati al personale.

Nella seconda attività è stata riscontrata la presenza di carne surgelata, non indicata come tale nel menù e di dubbia provenienza. Violazioni sono state rilevate anche nel campo della sicurezza sul lavoro e carenze igienico-sanitarie nei laboratori.

Nel terzo locale è stata riscontrata la presenza di tavola calda priva di tracciabilità, per la quale è stata ordinata la distruzione. Accertata anche la presenza di 16 dipendenti che non hanno saputo dimostrare l’esistenza di un rapporto di lavoro contrattualizzato. Spetterà all’Ispettorato del Lavoro accertare eventuali irregolarità. Per tutti è scattata la denuncia ai titolari per frode in commercio e irrogate sanzioni pesanti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*