Arrestato imprenditore catanese per omicidio nel padovano

arrestato pusher

Un imprenditore catanese, Benedetto Allia, è stato arrestato nel padovano con l’accusa di omicidio. Dalle prime indiscrezioni trapelate dalle indagini degli inquirenti, la sparatoria sarebbe avvenuta al culmine di un violento litigio legato a questioni di denaro.

Allia, avrebbe utilizzato un fucile da caccia, ferendo un marocchino ex dipendente della sua azienda (una ditta di verniciatura) e uccidendo un suo amico calabrese che lo aveva accompagnato per riscuotere dei soldi che avanzava. Dopo la sparatoria, il marocchino, pur colpito allo stomaco, è riuscito a fuggire. La discussione animata è degenerata quando il marocchino ha estratto un coltello per colpire Allia che per tutta risposta ha imbracciato un fucile colpendo i due.

Il marocchino, dopo essersela data a gambe, ha raggiunto una stazione di servizio dando notizia dell’avvenuta sparatoria. I carabinieri del luogo sono subito accorsi al capannone, dove hanno trovato il corpo privo di vita del calabrese provvedendo all’arresto di Allia. Il marocchino è stato ricoverato in gravi condizioni ma non correrebbe pericolo di vita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*