Avvocati di Catania sul piede di guerra per le file interminabili all’Ufficio Notifiche

La categoria degli avvocati è sempre più bistrattata, in Italia ma in particolar modo a Catania, dove oltre ai costi proibitivi della cassa forense sono anche obbligati a doversi sobbarcare il caldo opprimente degli uffici giudiziari e delle aule a causa dei guasti agli impianti di condizionamento e le lunghe code all’ufficio notifiche. Molti legali lamentano la necessità di dover fare la fila già alle 4,30 di mattina per evitare le lunghe code per notificare gli atti giudiziari.

Il problema è stato evidenziato da una missiva scritta dal movimento ‘Avvocati Liberi‘ che ha chiamato in causa la Corte d’Appello affinchè si attivi per rendere più funzionali gli sportelli dell’ufficio notifiche. ‘Gli Avvocati – si legge nella missiva scritta dall’avvocato Goffredo D’Antona – sono costretti, per notificare un atto, a mettersi in fila alle prime ore dell’alba nonostante gli uffici aprano alle ore 08.30 con chiusura 11.30 stilando liste autogestite con il rischio di non poter completare le operazioni di notifica per chiusura uffici nonostante la presenza, da ore, all’interno degli stessi. Questa situazione appare, lesiva per il decoro degli Avvocati ma soprattutto per la loro funzione Costituzionale’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*