Bianco risponde ai cittadini catanesi su Fb: ‘Pochi vigili urbani a disposizione, rilanceremo la città’

Ancora una volta, il sindaco di Catania ha risposto ai tantissimi cittadini che si sono connessi con la sua pagina facebook per disquisire in chat sui problemi della città, Tantissime le domande alle quali, il primo cittadino catanese ha dovuto rispondere nei 60 minuti messi a disposizione per colloquiare con i cittadini attraverso il noto social network.

Dai problemi ormai noti dell’Amt con gli autobus cronicamente in ritardo e spesso carenti di servizi, all’esigenza di porre un freno al commercio abusivo. Bianco ha, ancora una volta, annunciato che sarà durissima la repressione contro gli operatori commerciali abusivi della ‘Fera o Luni’ sia stranieri che non, e che soprattutto verrà rafforzato il giro di vite contro l’accattonaggio per strada.

Niente più ‘aggressioni’ ai semafori da parte di accattoni che chiedono, spesso con fare minaccioso, l’elemosina agli automobilisti fermi in coda. E basta soprattutto alla piaga dei parcheggiatori abusivi che adesso rischiano il daspo e conseguenze di carattere penale. Ma ovviamente, per tutelare la sicurezza dei cittadini si dovrà fare di più anche se, ha ammesso, che il contingente dei vigili urbani a disposizione è ormai ridotto all’osso.

‘Nel 1993 avevo a disposizione un contingente di 900 vigili urbani – ha dichiarato il sindaco – oggi ne ho appena 400, con  un età media di 57 anni. Non sono stati più fatti concorsi’. Il primo cittadino ha ancora ribadito i dati lusinghieri della presenza di turisti nel capoluogo etneo che stanno scoprendo che Catania ‘è una bella città’. Ecco perchè rafforzare la viabilità e renderla più a misura di turista, eliminando gli inestetismi della sporcizia per strada e dell’accattonaggio, potrà servire per incrementare la presenza di visitatori e fare crescere l’economia della città. Bianco ha anche ricordato i tantissimi lavori che partiranno a breve e che daranno migliaia di posti di lavoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*