Caltagirone, trovato cadavere mutilato, tutte le piste degli inquirenti

Una scoperta raccapricciante, quella di ieri pomeriggio, per i Carabinieri di Caltagirone. Raggiunto il posto, dopo la segnalazione ricevuta, in una pineta della zona di Contrada Regalsemi, gli agenti hanno trovato un cadavere di un uomo, di età compresa fra i 40 e 50 anni, barbaramente mutilato. La zona al confine con il quartiere Semini e l’uscita di Caltagirone in direzione Grammichele, è anche meta di coppiette che cercano privacy a bordo delle loro auto.
 Il cadavere è stato rinvenuto decapitato con la spalla destra e il braccio destro mancante, mentre sul lato sinistro è stata asportata la mano. 
Un modo barbaro e crudele, che ha fatto interrogare gli inquirenti. Chi ha commesso l’omicidio non voleva, una volta ritrovato il cadavere, permettere un facile riconoscimento del corpo.

Gli investigatori stanno vagliando ogni segnalazione di scomparsa sul territorio siciliano ma la possibilità che il cadavere appartenga ad uno straniero non facilita le ricerche.
 L’uomo adagiato in terra era vestito con un paio di scarpe antinfortunistiche, pantaloni verdi, un maglione blu ed una giacca mimetica. Un abbigliamento da lavoro che riporterebbe grazie ai marchi stranieri la provenienza rumena. 
Non si esclude che il corpo sia stato trasportato e lasciato lì, dopo l’omicidio e le terribili mutilazioni. Il corpo dunque sarebbe stato mutilato prima del trasporto e solo dopo abbandonato in quella zona.
 La morte secondo la scientifica sarebbe avvenuta fra le 12:00 e le 16:00 di giovedì 7 Dicembre. Saranno le prossime ore e i primi risultati effettuati sulla scena del crimine a fornire maggiori indizi agli investigatori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*