Catania-Akragas 2-0: la capolista Lecce adesso è più vicina

Catania-Akragas 2-0. I rossazzurri approfittano del passo falso del Lecce di sabato pomeriggio con il Fondi (0-0), riducendo a 3, i punti di svantaggio, grazie al successo per 2-0 sull’Akragas. A risolvere la questione ci hanno pensato, Di Grazia e Curiale con un micidiale uno-due nel corso della ripresa. Sono loro che hanno mandato al tappeto un Akragas volenteroso ma mai realmente pericoloso. Bisogna dire che il Catania è stato facilitato dall’espulsione di Parigi avvenuta a metà del primo tempo. Cristiano Lucarelli conferma in blocco la squadra che ha iniziato a Castellammare di Stabia scendendo in campo con il solito 4-3-3, con Lodi in mezzo al campo coadiuvato da Biagianti-Semensato, con il tandem di ali Russotto-Di Grazia a supportare la punta Curiale. La gara si è sbloccata al secondo tempo dopo l’ingresso del jolly Mazzarani per cambiare capitan Biagianti.

Al 12′ Curiale lavora bene una palla sul limite dell’area destra, mettendo in mezzo per l’accorrente Di Grazia che prima cicca la palla, per scaricarla poi in porta di sinistro battendo il portiere Vono. Stadio impazzito e vantaggio sacrosanto. Il raddoppio giunge quattro minuti dopo con Curiale, servito splendidamente da Di Grazia, che fa partire una conclusione all’altezza del dischetto, Catania 2 Akragas 0 è partita in ghiacciaia. Gli etnei provano a siglare la terza rete fino alla fine, non riuscendoci, ma poco importa, visto la quinta vittoria consecutiva in campionato e soprattutto la terza gara di fila senza prendere gol. Adesso Lucarelli in testa ha già il super derby col Trapani di venerdì prossimo, magari con la sesta vittoria ed il primo posto in classifica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*