Catania, Territorio sotto controllo: tutti i numeri

volanti della polizia di notte

In attuazione delle direttive del Prefetto Claudio Sammartino, emanate in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica in Prefettura di Catania, rese operative con Ordinanza dal Questore di Catania Mario Della Cioppa, continuano i servizi di presidio del territorio, in sinergia tra Forze dell’Ordine che vede schierati, fianco a fianco, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale per garantire ai cittadini la vigilanza, l’ordine e la sicurezza pubblica nelle aree ritenute sensibili.

E, anche nelle torride giornate di mezz’agosto, sono stati effettuati posti di controllo e interventi sanzionatori sugli illeciti riscontrati nel corso delle attività di polizia.

Nella settimana dal 5 all’11 agosto, sono state identificate 324 persone e controllati 576 veicoli; ben 220 sono state le contestazioni per violazioni delle norme del Codice della Strada e, tra esse, 67 hanno riguardato gli “irriducibili” che ancora si mettono alla guida di motoveicoli senza usare il casco; inoltre, sono stati sequestrati 108 tra auto, ciclomotori e moto. L’attività amministrativa contempla anche 23 posteggiatori abusivi identificati, sanzionati e diffidati dal Questore.

Nell’ambito della polizia giudiziaria, sono 2 le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria e 2 i sequestri operati.

Nel medesimo alveo, i controlli della giornata di ieri, effettuati nella zona di Corso Sicilia, dove sono stati identificati 22 parcheggiatori abusivi, italiani e rumeni, diversi dei quali già in passato multati, i quali sono stati sanzionati nuovamente ai sensi dell’art. 7 c.15 bis del Codice della Strada che prevede una sanzione amministrativa pecuniaria fino ad euro 1550,50; gli stessi sono stati diffidati dal Questore ad astenersi da quell’attività, con l’avvertenza che, in caso di recidiva, risponderanno del reato punito con l’arresto da sei mesi ad un anno e con l’ammenda da 2000 a 7000 euro.

Taluni parcheggiatori sono stati denunciati anche all’Autorità Giudiziaria per l’indebito conseguimento di erogazione pubblica (reddito di cittadinanza e carta rei).

* * *

Alla seppur incessante e preminente attività coordinata di controlli presidiari, si affianca anche il lavoro dei poliziotti delle articolazioni della Questura che, giornalmente lavorano tanto sul fronte della prevenzione dei reati, quanto su quello della repressione degli illeciti penali e amministrativi.

Così, presso la zona “Santa Maria Goretti”, agenti della Polizia di Stato hanno indagato in stato di libertà il titolare di una struttura ricettiva il quale non aveva comunicato all’Autorità di P.S. i nominativi degli alloggiati; lo stesso è stato anche sanzionato per mancanza di S.C.I.A,. agendo in totale regime di evasione fiscale e in modo del tutto abusivo. Inoltre, sono stati indagati in stato di libertà due soggetti per il reato di invasione di terreni pubblici perché è stato accertato, durante controlli effettuati nei giorni scorsi, che per l’esercizio di attività commerciali, avevano occupato totalmente il marciapiede pubblico con attrezzature da lavoro e con merce in esposizione, rendendolo non fruibile ai pedoni.

Il titolare di un’officina, infine, è stato indagato in stato di libertà per reati in materia di sicurezza sul lavoro.

Fonte: Questura di Catania 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*