Colpo mortale al clan Nizza: la Dia sequestra patrimonio appartenente agli affiliati

La Dia di Catania sta eseguendo una maxi operazione di sequestro di beni ai danni del clan Nizza di Librino in esecuzione di un provvedimento emesso dalla sezione Misure di prevenzione del tribunale di Catania. Tra i beni sottoposti a sequestro anche una mega-villa con piscina.

Tantissimi e di ingente valore i beni sottoposti a sequestro e riconducibili, in qualche modo, al clan mafioso che opera nella periferia sud di Catania, i cui membri sono stati condannati in primo e secondo grado per omicidi, spaccio di stupefacenti, possesso d’armi ed estorsione.

Il capo della cosca librinese è l’ex latitante Andrea Nizza, catturato in una villetta di Viagrande dopo aver fatto perdere le tracce di sé per due anni. Il provvedimento è stato eseguito nelle prime ore della mattinata, seguirà una conferenza stampa che si svolgerà presso il tribunale di Catania nella quale verranno resi noti altri particolari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*