Comunali: domenica si vota in 20 comuni della provincia di Catania

Sono 20 in tutto i comuni della provincia di Catania interessati dalla tornata elettorale che si svolgerà domenica 11 giugno. Un autentico esame di ‘maturità’ per il M5S che potrebbe incontrare, nella nuova legge elettorale che premia le coalizioni, uno scoglio difficile da superare per governare le città siciliane interessate dal voto.

Il Partito Democratico si presenta disunito in molte realtà locali, mentre sarà un banco di prova attendibile per testare la forza del centro-destra in vista delle elezioni regionali. Sono lontani i tempi del 61-0 con cui Forza Italia e gli alleati fecero incetta di voti negli anni in cui Berlusconi scese in politica dopo il repulisti di Tangentopoli.

I comuni interessati dalla tornata elettorale sono in ordine alfabetico: Aci Bonaccorsi, Aci Catena, Calatabiano, Castiglione di Sicilia, Fiumefreddo di Sicilia, Licodia Eubea, Linguaglossa, Mazzarrone, Militello in Val di Catania, Mirabella Imbaccari, Misterbianco, Nicolosi, Palagonia, Paternò, Raddusa, San Michele di Ganzaria, Sant’Agata li Battiati, Santa Maria di Licodia, Scordia e Vizzini.

Si sprecano le ammucchiate di partiti che compongono le coalizioni spesso diverse o diametralmente opposte tra comune e comune. Un segno tangibile del rimescolamento di carte che sta caratterizzando questa fase della politica siciliana, dove gli schemi sembrano saltati del tutto e l’unico obiettivo che accomuna le forze politiche tradizionali sembra quello di contrastate la ventata dell’antipolitica che, visti i recenti sondaggi, rischia di fare il pieno di voti nell’isola.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*