Degrado Corso Sicilia, fra sporcizia e bivacchi: il grido disperato di residenti e commercianti

E’ durissima la denuncia da parte dei consiglieri comunali, Riccardo Pellegrino e Santi Bosco, che hanno evidenziato il grave stato di degrado in cui versa il Corso Sicilia e l’inerzia della Giunta Bianco che ha ignorato gli appelli e gli allarmi lanciati dai residenti. Da troppo tempo, una delle zone più ‘in’ del capoluogo etneo, si è trasformata in bivacco per extracomunitari e clochard.

Una zona dove regna la sporcizia e la prostituzione a cielo aperto, mentre le urla di protesta di residenti e commercianti rimangono costantemente inascoltati. Per questo motivo, numerosi cittadini e professionisti che operano nella zona, si sono riuniti per firmare la richiesta di un Consiglio comunale straordinario dedicato proprio al degrado del Corso Sicilia.

‘Bianco ha completamente dimenticato la zona del corso Sicilia – hanno dichiarato Bosco e Pellegrino – il cui svilimento e abbandono ben rappresenta plasticamente il suo fallimento da sindaco. La sua è un’Amministrazione che pensa a progetti costosissimi e mal realizzati, come la pista ciclabile del lungomare, e poi scorda per esempio che in questa zona esiste una delle prime ciclabili realizzate a Catania, da piazza Stesicoro alla stazione, che oggi è devastata e invasa da auto e dalle merci degli ambulanti tanto da non poter più essere utilizzata’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*