Denunce e sanzioni per alcuni titolari di bar e ristoranti alla Playa di Catania

Alcuni Bar e attività ristoratorie di Viale Kennedy, alla Playa di Catania, sono stati passati al setaccio da agenti del commissariato Borgo- Ognina e da agenti del corpo forestale N.O.R. In quattro di questi locali sono state elevate contravvenzioni per inosservanza di alcuni divieti e per carenze igienico sanitarie. Nel primo dei quattro locali, il titolare è stato denunciato per frode in commercio per la presenza di una rilevante quantità di alimenti surgelati non contrassegnati come tali nel menù. Sanzioni sono state elevate per occupazione abusiva di suolo pubblico. Il locale aveva esposto 50 sedie, tavoli, una baracca in legno, sdraio in un’area di 450 metri quadri. Violazioni sono state riscontrate anche per quanto riguarda la sicurezza e la salubrità sui luoghi di lavoro e l’irregolarità di un lavoratore dipendente.

Non meno bene è andata ad una seconda attività, un chiosco-bar gastronomia che occupava illegalmente il marciapiede davanti l’attività con sedie e tavoli. Il titolare è stato denunciato per il reato di frode in commercio in quanto all’interno del congelatore sono stati trovati alimenti – pesce e carne – congelati, privi di tracciabilità e non indicati come tali sul menù. Il titolare impiegava anche un lavoratore minorenne addetto allo smaltimento dei rifiuti. Tutto il personale impiegato risultava non ingaggiato regolarmente.

In altre attività sono state riscontrate analoghe violazioni, per occupazione di suolo pubblico e, in alcuni casi, i titolari sono stati denunciati per frode in commercio alimentare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*