Direttore generale Asp a Caltagirone, Cirignotta e Bellia Fsi-Usae: “Carenza di personale e mancata programmazione dei pensionamenti”

Foto Maurizio Cirignotta dirigente sindacale e componente FSI-USAE alla RSU dell'Asp Ct

Ieri si è tenuta una riunione al presidio ospedaliero “Gravina” di Caltagirone tra il direttore generale Maurizio Lanza e il personale, il quale ha illustrato i dati dell’attività sanitaria svolta nel primo trimestre 2019 dal presidio “Gravina”. Erano presenti il Sindaco di Caltagirone Gino Ioppolo, i deputati regionali Giuseppe Compagnone e Francesco Cappello, il direttore sanitario dell’Asp Catania Antonino Rapisarda, il direttore amministrativo Giuseppe Di Bella.

Dall’analisi dei dati sono emerse delle criticità, tra cui quella relativa all’unità operativa di medicina interna costretta a chiudere sei posti letto per mancanza di personale, medico, infermieristico e di supporto. Anche al pronto soccorso, mancano medici, uno solo per turno, e solo due infermieri per turno.

Abbiamo lamentato la grave carenza di personale e la mancata programmazione collegata ai pensionamenti, sia in ambito amministrativo che sanitario

lamentano Maurizio Cirignotta in qualità di dirigente sindacale Fsi-Usae e componente della Rsu e Salvatore Bellia componente della segreteria territoriale Fsi-Usae Federazione Sindacati Indipendenti organizzazione costituente della confederazione Unione Sindacati Autonomi Europei

Abbiamo inoltre ribadito che è urgente l’applicazione immediata del dlgs 56/2019 sulle assunzioni immediate a sostituzione dei pensionamenti e lo smaltimento delle procedure di assunzione, che il personale con limitazioni fisiche va ridistribuito in luoghi compatibili con lo stato di salute e non lasciarlo in prima nelle unità operative e proposto lo snellimento del personale prossimo alla pensione attraverso lo strumento dei prepensionamenti a scivolo anche quinquennale che prevede la sostituzione con personale giovane.

Fonte: FSI-USAE SICILIA FEDERAZIONE SINDACATI INDIPENDENTI

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*