Donna 68enne muore dopo intervento di routine al Vittorio Emanuele: sei indagati

Ha destato sconcerto in città il caso di malasanità avvenuto presso l‘Ospedale ‘Vittorio Emanuele’ di Catania, che ha portato al decesso di una docente pensionata residente a Nicosia (EN) di 68 anni. Giuseppina Camiolo, questo è il nome della vittima, è spirata nella tarda serata di sabato in seguito alle complicanze di un intervento di routine all’addome.

L’intervento era stato eseguito con apparente esito positivo nella mattinata di venerdi. Nel pomeriggio di sabato, per cause ancora da accertare, le condizioni della donna sono peggiorate visibilmente a tal punto da richiedere un nuovo intervento d’urgenza. Poi la tragica notizia dell’avvenuto decesso che ha gettato nella disperazione amici e parenti di Giuseppina Camiolo.

La Procura di Catania ha disposto le indagini autoptiche sulla salma che dai primi dati avrebbero accertato un riversamento di sangue anomalo all’addome. Per la morte della donna sono stati iscritti nel registro degli indagati sei medici del ‘Vittorio Emanuele’. Dopo l’autopsia, la salma è stata consegnata ai familiari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*