Etnaland, infarto stronca la vita ad un giovane 22enne di Gela

Doveva essere una giornata di svago, quella appena iniziata a Etnaland per un giovane ragazzo originario di Gela di soli 22 anni. E invece un infarto lo ha strappato alla vita attorno alle ore 10,30 di domenica. Si chiamava Simone Trubia, il giovane colto da malore mentre si trovava all’Acquapark del noto parco divertimenti di Belpasso, mentre stava provando una delle tante attrazioni presenti.

Il giovane stava trascorrendo una piacevole giornata in compagnia della fidanzata e di alcuni amici, poi il malore e l’intervento dei sanitari del 118 che nulla hanno potuto fare se non praticargli numerosi tentativi di rianimazione tutti andati tragicamente a vuoto. E’ stato lo stesso staff sanitario della struttura ad intervenire tempestivamente.

Una volta appurato che il malore era in realtà un infarto fulminante, è stato chiamato il pronto intervento dell’elisoccorso che poi è stato vanificato dal sopraggiunto decesso del giovane paziente. Comprensibili le scene di strazio della fidanzata e degli amici, sotto shock per quanto avvenuto.

‘Unagiornata di divertimento non ancora iniziata – si legge sul profilo Facebook gestito da Etnaland – si è trasformata, per questa famiglia, in disperazione e grande dolore. Al quale noi tutti ci associamo. A nulla è valso l’impegno e la professionalità profuse da tutte le unità mediche presenti. La vita a volte sa essere crudele’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*