Fermati i lavori di una palazzina di Picanello: ‘Operai in nero lavoravano senza nessun sistema di protezione’

La polizia di Catania, durante un controllo del territorio nel quartiere di Picanello, ha sequestrato un cantiere edile. Sin da subito, sono emerse gravi anomalie sulla sicurezza dei muratori. Gli agenti hanno notato un manovale posto in bilico ad alta quota, su una struttura precaria con rischio di caduta. Dai controlli effettuati è emerso che il 67enne, prestava la propria attività in nero senza alcun sistema di protezione.

Anche gli altri muratori, al momento del controllo, erano sforniti di attrezzature protettive come caschi e scarpe protettive, operando in condizioni di massimo pericolo. Infatti i ponteggi erano privi di parapetti con rischio di caduta dall’alto di cose e persone, all’interno del cantiere mancava pure il Pos (Piano Operativo Sicurezza) e sul posto non era presente nessun responsabile della sicurezza.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*