Il Capo dei Capi Totò Riina è morto: si è spento ieri nel carcere dell’ospedale di Parma

Il Capo dei Capi è morto alle 03:37 nel reparto detenuti dell’ospedale di Parma, il boss Totò Riina. ieri aveva compiuto 87 anni. Operato due volte nelle scorse settimane, dopo l’ultimo intervento era entrato in coma. Riina, per gli inquirenti, nonostante la detenzione al 41 bis da 24 anni, era ancora il capo di Cosa nostra. Totò era malato da anni, ma negli ultimi tempi le sue condizioni si sono aggravate tanto da indurre i legali a chiedere un differimento di pena per motivi di salute.

Totò stava scontando 26 condanne all’ergastolo per decine di omicidi e stragi come quella di viale Lazio, gli attentati del ’92 in cui persero la vita Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e quelli del ’93. Sua fu la scelta di lanciare un’offensiva armata contro lo Stato agli albori degli anni ’90. Mai avuto un cenno di pentimento, solo tre anni fa, dal carcere parlando con un detenuto, si vantava dell’omicidio di Falcone e continuava a minacciare di morte tutti i magistrati. Ieri, nel giorno del suo 87esimo compleanno, il figlio Giuseppe Salvatore, condannato ad 8 anni per mafia già scontati, ha pubblicato un post di auguri su Fb per il padre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*