Il Catania espugna Brindisi e affonda il Francavilla: è ancora super Russotto

Senza strafare il Catania sbanca lo stadio di Brindisi, rifilando un tris al malcapitato Francavilla, punito oltre i propri demeriti da un Catania cinico e spietato come mai prima d’ora. Rossazzurri che faticano nel primo tempo e che soffrono il buon palleggio avversario.

Pochissime occasioni da rete, ma al 38′ è arrivato l’episodio del calcio di rigore che ha sbloccato il match. Se lo procura abilmente Biagianti, poi è Lodi ad insaccare dal dischetto mettendo in discesa la gara per l’undici di Lucarelli.

Nella ripresa, l’ingresso di Russotto cambia volto al Catania che ritrova maggiore profondità in attacco e si rende molto più pericoloso dalle parti di Albertazzi. Al 66′ è giunta proprio la rete siglata da un Russotto in condizioni di forma straripanti, che trova la giocata vincente che di fatto chiude le ostilità.

Nel finale è Djordjevic a mettere il sigillo alla sfida, siglando la terza rete che mortifica, forse eccessivamente, un Francavilla calato alla distanza. Con questo successo, i rossazzurri si portano a 7 punti in classifica e sabato prossimo attenderanno l’Andria al Massimino.

VIRTUS FRANCAVILLA-CATANIA 0-3

MARCATORI: 39′ Lodi su rigore, 66′ Russotto, 93′ Djordjevic

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2) 1 Albertazzi; 4 Prestia, 33 Maccarrone (dal 78′ De Toma), 21 Abruzzese; 16 Albertini, 8 Biason, 20 Folorunsho, 25 Sicurella (dal 76′ Delvecchio), 34 Agostinone (dal 76′ De Nicola); 9 Saraniti, 7 Ayina (dal 68′ Madonia). A disp. 12 Colonna, 22 Battaiola, 14 Diaoula, 11 Valotti, 35 Monaco, 13 Pino. All. D’Agostino

CATANIA (3-5-2) 12 Pisseri; 4 Aya (dal 62′ Blondett), 5 Tedeschi, 26 Bogdan; 13 Semenzato, 8 Caccetta, 10 Lodi, 27 Biagianti (dal 83′ Bucolo), 15 Marchese (dal 83′ Djordjevic); 11 Curiale (dal 59′ Ripa), 23 Di Grazia (dal 59′ Russotto). A disp. 22 Martinez; 21 Esposito, 19 Manneh, 18 Fornito, 32 Mazzarani, 34 Rossetti, 35 Correia. All. Vanigli (Lucarelli squalificato).

ARBITRO Robilotta della sezione di Sala Consilina

AMMONITI: Abruzzese, Di Grazia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*