Il Catania va in bianco contro la Juve Stabia ed esce dai playoff

Alla fine prevale solo il senso di amarezza e di sconforto dopo lo 0-0 del Menti che il Catania ha rimediato contro la Juve Stabia e che è valso l’eliminazione dai playoff per un posto in serie B. Etnei troppo remissivi e poco reattivi, soprattutto in mezzo al campo e che subiscono per troppo tempo l’iniziativa dei padroni di casa.

Le Vespe pungono più volte ma si rivelano sciuponi sotto porta, consentendo al Catania di rimanere in corsa fino all’ultimo sospiro alla ricerca di un miracolo che non arriverà. Complice anche l’ingenua espulsione rimediata da Parisi (doppia ammonizione) nel primo tempo, gli etnei sono costretti a dover giocare di rimessa cercando di limitare i danni nel primo tempo, per poi giocarsi il tutto per tutto nella ripresa.

I cambi di mister Pulvirenti non sortiscono effetto nel parziale decisivo. Anzi sono i padroni di casa ad avere più volte la palla del match point, ma gli attaccanti campani si rivelano bomber dalle polveri bagnate e sprecano malamente il possibile e l’impossibile. Eppure, pur attaccando col freno a mano tirato, l’occasionissima nei piedi del Catania capita sui piedi di Djordjevic la cui conclusione a giro fa la barba al montante a portiere battuto.

Finisce a reti bianche, con un nulla di fatto, il primo e l’unico impegno dei playoff per il sodalizio etneo. Poco intraprendenti per piazzare il colpaccio e troppo timidi per fare lo sgambetto ad un avversario tosto che ha concesso poco o nulla. La grigia stagione del Calcio Catania si ferma qui, nella speranza che la prossima stagione (senza penalizzazioni e con qualche debito in meno) possa avere tutt’altro esito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*