Il Comune di Catania prende le difese dell’ispettore Luigi Licari

Il Comune di Catania si costituirà parte civile nel processo per l’aggressione all’ispettore Luigi Licari, dopo l’aggressione ricevuta, causata dal vietare l’accesso a un ciclomotore nell’isola pedonale. In questi giorni sarà consegnato un contributo straordinario del Fondo previdenza e assistenza del personale della Polizia Municipale. Soltanto una persona è stata rinviata a giudizio, la data del processo è stata fissata per il 12 aprile davanti alla terza sezione penale del Tribunale di Catania.

L’imputato è accusato di lesioni gravissime con l’aggravante dei motivi abbietti e futili e per aver agito contro un pubblico ufficiale. L’ispettore Licari – parla il Sindaco Bianco- ha bisogno di essere sostenuto, da quando è stato aggredito, non può essere in ufficio per curarsi, perdendo circa quattrocento euro al mese d’indennità legate al servizio. Se a questo aggiungiamo i costi delle cure e della riabilitazione, ci rendiamo conto che la situazione di questa famiglia è drammatica. Così abbiamo pensato, di chiedere l’intervento del Fondo previdenza e assistenza. La somma destinata a Licari è di circa 7.500 euro dove aggiungeremo quella, assai più consistente, dell’Assicurazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*