Lavoro sottopagato: ‘Negozio cinese pagava 1 euro e 60 centesimi l’ora’

arrestato pregiudicato
Una volante della polizia

Spesso si parla di stranieri costretti a lavorare in condizioni precarie, ma questa volta ad essere sfruttate sul lavoro, sono state 2 donne italiane che, per motivi economici, hanno accettato un lavoro sottopagato, in un esercizio commerciale gestito da imprenditori cinesi. La notizia riportata da Il Messaggero, racconta che, senza aver firmato alcun contratto di lavoro, le due donne operavano per 10 ore al giorno, ricevendo il pagamento di 1 euro e 60 centesimi all’ora.

Denunciato per sfruttamento dei lavoratori, il titolare dell’esercizio commerciale che faceva leva sul loro stato di bisogno, mentre l’attività è stata chiusa temporaneamente. I militari, hanno poi riscontrato, anche gravi mancanze non solo in tema di sicurezza degli ambienti di lavoro, ma anche di igiene.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*