Luigi Licari ancora in coma farmacologico, la Procura apre inchiesta per tentato omicidio

Dopo la vile aggressione di sabato notte all’ispettore Luigi Licari, la Procura della Repubblica di Catania ha deciso di aprire un’inchiesta per tentato omicidio a carico di ignoti. Al momento, Licari si trova ancora ricoverato in gravissime condizioni e in prognosi riservata presso l’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale Cannizzaro.

Sarà il procuratore aggiunto, Ignazio Fonzo e il sostituto Santo Di Stefano ad occuparsi del fascicolo. Simbolica ma efficace l’iniziativa dei colleghi di Luigi Licari che in una finestra della sede del Comando dei Vigili Urbani di Catania, in Piazza Spedini, hanno voluto appendere uno striscione di solidarietà per il proprio collega. ‘Io sto con Luigi e con tutti noi’ si legge nello striscione affettuosamente dedicato a Luigi Licari, nella speranza che l’uomo possa riprendersi al più presto e che i responsabili vengano individuati e puniti severamente.

Ferma condanna per quanto accaduto, è stata espressa anche dal Sap, il sindacato della Polizia di Stato di Catania, per bocca del segretario provinciale, Giuseppe Coco. ‘Contro questa gente che non vuole seguire le regole di convivenza civile bisogna essere tutti uniti, forze dell’ordine e cittadini’ ha dichiarato Coco, che ha invitato le istituzioni ad ‘agire in fretta’ per ‘arginare la deriva sociale’ prima che sia troppo tardi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*