Mafia, sgominato il ‘gruppo di Belpasso’: 15 arresti fra i quali il boss Navarrìa

Una inchiesta coordinata dalla Dda della Procura di Catania ha portato all’arresto di 15 persone ritenute appartenenti al cosiddetto ‘gruppo di Belpasso‘, una costola della famiglia di Cosa Nostra legata al boss Santapaola e alla famiglia Ercolano. Le accuse sono a vario titolo e vanno dall’associazione a delinquere di tipo mafioso, allo spaccio di sostanze stupefacenti, rapina, estorsione, sequestro di persona, e danneggiamenti con incendio. Tutte le accuse contengono anche l’aggravante del metodo mafioso.

La Dda di Catania ha scoperchiato un vasto giro di affari legato al ‘gruppo di Belpasso’ i cui affari erano prevalentemente legati allo smercio di marijuana e all’estorsione perpetrata ai danni di commercianti e imprenditori locali. Il capo del gruppo sarebbe stato individuato in Carmelo Aldo Navarrìa, noto per i precedenti penali, scarcerato nel 2014 dopo una lunga reclusione durata 26 anni per avere commesso ben sei omicidi. Negli anni ’80 veniva definito dagli ambienti malavitosi lo ‘spazzino’ della cosca per la sua capacità di far sparire i cadaveri al servizio del clan Malpassotu.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*