Malmenano e sequestrano due tecnici dell’Enel per evitare i controlli: arrestati titolari di supermarket

L’ispezione dei due tecnici dell’Enel che stavano eseguendo alcuni controlli sul loro contatore ‘taroccato’ con la presenza di un magnete, non era piaciuto ai due gemelli Tramontana, Dario e Antonio Davide di 35 anni. Cosi li hanno aggrediti, rinchiusi in uno stanzino e catechizzati affinchè desistessero dal procedere alla verifica.

I due tecnici, si sono rivolti al Commissariato di Borgo Ognina, per procedere ad una seconda verifica e chiedere di essere spalleggiati. Cosi si sono nuovamente presentati presso il Minimarket sito nel quartiere di San Cristoforo con l’intento di ispezionare nuovamente il contatore.

Ancora una volta sono stati aggrediti da entrambi i fratelli e da un dipendente del mini market, poi un quarto complice ha asportato il magnete, dandosela a gambe. Ma questa volta, i due gemelli non l’hanno passata liscia. I poliziotti, appostati a pochi metri, dopo aver ‘visionato’ l’accaduto sono intervenuti tempestivamente, cristallizzando le prove dei reati commessi e facendo scattare le manette ai polsi dei due fratelli riottosi.

Si sta ancora cercando il complice che ha portato via il magnete dal contatore anche attraverso le telecamere di videosorveglianza. Per i due arrestati sono stati disposti i domiciliari dal pm di turno, denunciato anche il padre dei due, che avrebbe avuto un ruolo nell’aggressione ai due tecnici dell’Enel. Si cerca ancora il quarto complice fuggito con il magnete. Sarebbe stato anche accertato che il furto di corrente durava già da un anno circa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*