Molesta e aggredisce la badante della anziana madre: 69enne finisce in manette

Le morbose attenzioni sessuali rivolte da un 69enne alla collaboratrice domestica della anziana madre, sono sfociate in una aggressione fisica feroce che ha costretto la giovane donna a perdere il figlio che portava in grembo. Per questo motivo, i carabinieri di Catania hanno sottoposto agli arresti l’uomo violento conducendolo presso il carcere di Piazza Lanza.

Prima della vile aggressione a calci e pugni di qualche giorno fa, l’uomo era stato già destinatario di un provvedimento dell’autorità giudiziaria che gli vietava di avvicinarsi alla donna. Ma l’attrazione ossessiva verso la badante 29enne l’ha indotto ancora a pedinarla sotto casa, proseguendo le avance non corrisposte.

Rifiutato per l’ennesima volta, il 69enne è stato colto da un raptus di follia che lo ha indotto a colpire ripetutamente la donna a calci e pugni. Dopo l’aggressione, denunciata dalla povera vittima, la donna ha perso pure il bambino che portava in grembo. Adesso l’uomo è rinchiuso in carcere con l’accusa di lesioni aggravate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*