Officina con rifiuti pericolosi, padre e figlio indagati anche per oltraggio e minacce

Nel quartiere Villaggio Dusmet, alla periferia nord della città, la polizia di Catania durante un controllo sul territorio, ha scoperto una struttura in cemento, adibita ad officina-carrozzeria abusiva che teneva un luogo di raccolta di liquami pericolosi di vario genere, tra cui anche rifiuti speciali e pericolosi per l’ambiente. Identificati i responsabili padre e figlio entrambi con precedenti, non hanno esibito alcun tipo di autorizzazione, quindi sono stati indagati per emissione di fumi nocivi nell’atmosfera e gestione illegale di rifiuti speciali.

Inoltre, visto che l’edificio occupava buona parte della pubblica via, sono stati accusati anche per i reati di abusivismo edilizio e invasione di terreni pubblici. Uno dei due responsabili dell’officina abusiva è stato indagato anche per oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale. L’intero immobile è stato sottoposto a sequestro penale preventivo, mentre l’ingente quantitativo di materiale e di rifiuti pericolosi come batterie, oli esausti, materiale ferroso e vernici sono stati opportunamente raccolti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*