Ognina: sorpreso a pescare e vendere ricci illegalmente, scattano le sanzioni

Venerdì mattina i poliziotti etnei nel corso di un controllo al porticciolo di Ognina, hanno sorpreso un pescatore nell’atto di raccogliere ricci di mare. L’individuo dopo aver scaricato dalla propria auto due sacche stracolme di ricci ancora vivi, circa 300, li ha posti all’interno di un carrello di fronte ad un noto esercizio commerciale per venderli. Il tutto avveniva con l’assenso del titolare della pescheria. Il venditore privo di autorizzazione è stato subito sanzionato ed i ricci ancora vivi, previo parere dell’Asp veterinaria, sono stati immediatamente rigettati in mare.

Sono scattate le sanzioni anche per il titolare dell’esercizio commerciale, per aver occupato abusivamente parte del marciapiede e del manto stradale con un frigo e con tavoli e sedie, creando intralcio non solo ai pedoni, ma anche alla circolazione stradale. Nella mattinata odierna, le forze dell’ordine sono ritornate per un ulteriore sopralluogo, dove è stato nuovamente accertato e contestato lo stesso reato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*