Paternò, sequestrati dai finanzieri 600 grammi di marijuana trovati in un cantiere

I finanzieri di Paternò, dopo varie indagini ed appostamenti, hanno tratto in arresto due uomini per il reato di spaccio di marijuana. I finanzieri avevano individuato un cantiere edile in cui veniva nascosta della droga. Nel corso di un servizio di appostamento, le Fiamme Gialle hanno notato due persone che, approfittando del buio della sera, entravano furtivamente nell’edificio in costruzione, per poi uscirne senza dare nell’occhio.

I militari, una volta fermati e identificati gli uomini, hanno rinvenuto dopo la rituale perquisizione, 21 involucri di carta stagnola con all’interno marijuana. L’ispezione del cantiere, eseguita grazie all’aiuto dell’unità cinofila antidroga, ha permesso di scoprire, nascosto all’interno di una stanza del cantiere, un unico grosso involucro contenente circa 620 grammi di marijuana, un bilancino elettronico e della stagnola da utilizzare per confezionare le dosi. La droga avrebbe fruttato ai due spacciatori circa 8 mila euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*