Pensionato di Pedara ucciso: convalidato il fermo dal Gip dei minori

I due ragazzi di 15 e 16 anni accusati dell’uccisione del pensionato di Pedara, con un colpo di fucile alla testa, rimarranno in carcere secondo quanto disposto dal Gip del tribunale per i minori di Catania, che ha convalidato la custodia cautelare. Per entrambi le accuse sono omicidio premeditato aggravato dai futili motivi e occultamento di cadavere.

Nel corso dell’ interrogatorio di garanzia i due hanno confermato la confessione resa prima davanti ai militari dell’arma e poi davanti al procuratore Caterina Ajello e al sostituto Valentina Perri. La salma di Domenico Citelli, dirigente della Regione Siciliana in pensione, è stato trovato tre giorni fa, ma secondo la scientifica la morte del pensionato risalirebbe al 2 ottobre scorso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*