Ramacca, svolta nelle indagini sul duplice omicidio: ‘Fermato trentenne’

Pare sia arrivata ad una svolta, l’investigazione dei carabinieri in merito all’uccisione delle sorelle Maria Lucia e Filippa Mogavero, di 70 e 79 anni, accoltellate brutalmente, ieri nella loro casa di Ramacca. I carabinieri del comando provinciale di Catania e della compagnia di Palagonia hanno fermato il presunto duplice omicida. Si tratta di un trentenne, già con precedenti che avrebbe agito a scopo di rapina. Le due anziane donne, vivevano in un’abitazione vicino alla villa comunale insieme con una terza sorella, un’insegnante che al momento dell’efferato duplice delitto si trovava a scuola. Proprio lei rientrando in casa, ha scoperto la strage.

‘Sono già sette gli omicidi registrati. Alcuni dei quali di una brutalità disarmante. Lavoriamo in condizioni molto difficili, la scena del delitto è raccapricciante’, dice il procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera. Per il Sindaco Giuseppe Limoni parole di incredulità: ‘Una tragedia immane che ha gettato nello sconforto tutta la nostra comunità. Siamo circa 10 mila anime e ci conosciamo tutti, il nostro non è un paese che ha la violenza nel suo Dna. Le vittime erano due persone veramente per bene, tutte casa e chiesa’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*