Sanzioni per gravi carenze igieniche per un noto albergo di Aci Castello

Un noto albergo di Aci Castello è stato passato al setaccio dalla polizia e dell’Asp per evidenziarne eventuali irregolarità. Davvero raccapricciante è ciò che le forze dell’Ordine hanno scoperto all’interno delle cucine dove è stata rinvenuta una grande quantità di cibo privo dei requisiti per essere proposto nei menù quotidiani.

Mozzarelle scadute, cibi surgelati non indicati come tali nel menù, dieci chili di tonno e quasi quattro chili di vitello privo di tracciabilità. Inoltre è stata rilevato il cattivo stato di manutenzione dei servizi igienici riservati ai dipendenti. Alcuni requisiti previsti dalla legge in materia di sicurezza non sono stati osservati. In particolare una scala con gradini irregolari e una struttura metallica esterna corrosa dal tempo.

Insufficiente l’altezza del laboratorio cucina, mentre alcuni alimenti custoditi in frigo non erano stati protetti adeguatamente. La grande quantità e la gravità delle carenze ha indotto le autorità a proporre la sospensione dell’attività.
Il responsabile dell’attività è stato indagato per frode in commercio ed è stato sanzionato con contravvenzioni per un importo globale di 4.700 euro per mancanza tracciabilità alimenti, modifiche alle planimetrie non autorizzate e mancato aggiornamento delle schede Hccp.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*