Sciame sismico sull’Etna, 20 piccole scosse nella giornata di sabato: l’Ingv monitora

Nelle ultime 48 ore, l‘Osservatorio dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia sta monitorando attentamente le zone di Adrano, Centuripe, Ragalna, Biancavilla e Paternò, dopo lo sciame sismico iniziato attorno alle ore 13,30 di sabato 19 agosto.

Una sequenza di microsismi particolarmente intensa con magnitudo oscillante tra i 2 e 3 gradi, con ipocentro generalmente profondo oltre i 20 chilometri. Soprattutto dalle ore 13,30 alle 15,30 si sono verificate una ventina di scosse, alcune delle quali avvertite in modo distinto dalla popolazione delle zone interessate.

Già da ieri la situazione sembra essere tornata alla normalità, con la sequenza sismica ormai che appare scemata del tutto anche se il monitoraggio costante prosegue. I geologi dell’Ingv hanno comunque raccomandato di non creare inutili allarmismi, tenuto conto che lo sciame sismico non ha creato danni né a persone né a cose. Vi terremo aggiornati su ulteriori sviluppi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*