Scontri G20, Alessandro e Orazio: fiato sospeso in attesa dell’esito del riesame

Prosegue l’agonia di familiari e amici di Orazio Sciuto e di Alessandro Rapisarda, i due giovani catanesi fermati dalla polizia tedesca in occasione degli scontri al G20 di Amburgo. I legali Pierpaolo Montalto e Goffredo D’Antona hanno comunicato che i due rimarranno ancora in carcere a Billwerder dopo l’udienza per il riesame che si è svolta martedi scorso e il cui esito dovrebbe arrivare a breve.

In attesa della decisione dell’autorità giudiziaria tedesca, continuano le mobilitazione da parte di parenti e amici che stanno cercando di sensibilizzare la città di Catania al fine di mobilitarsi per i due concittadini che attendono di essere rimessi in libertà. Ieri si è svolto l’aperitivo benefit organizzato dal Centro Sociale Liotru per raccogliere i fondi per sostenere le spese legali che le famiglie stanno affrontando nella speranza di poter riabbracciare presto Orazio ed Alessandro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*