Sequestrati 41 milioni ad un imprenditore ritenuto vicino al clan Cappello

Altro duro colpo inflitto al clan Cappello da parte delle forze dell’ordine. Un tesoro imprenditoriale di 41 milioni di euro è il risultato di una lunga indagine fatta dal personale della Squadra Mobile e della Divisione Anticrimine della Questura di Catania. Numeri da capogiro quelli che vengono fuori dall’operazione di Polizia, che ha eseguito un decreto di sequestro emesso dal Tribunale Misure di Prevenzione nei confronti di Michele Gambino, imprenditore legato, secondo gli investigatori, al clan Cappello-Bonaccorsi.

Questa volta è il settore della grande distribuzione ad essere stato colpito, infatti sono stati posti i sigilli a 13 supermercati e conti correnti. La catena di supermercati GM è finita sotto amministrazione giudiziaria. Punti vendita presenti a Catania e anche nell’hinterland etneo che secondo gli inquirenti sarebbero frutto di capitali illeciti. L’operazione è il risultato di una delicata indagine patrimoniale svolta dal pool specializzato nelle Misure di Prevenzione e composto da poliziotti della Divisione Anticrimine e della Squadra Mobile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*