Sequestri della Guardia Costiera, tracciabilità inesistente per 2 tonnellate di pesce spada

Gli uomini della Guardia Costiera appartenenti all’Unità per il controllo del territorio e la tutela ambientale, alle prime luci dell’alba, hanno compiuto una complessa attività di controllo all’interno del Mercato Agro Alimentare di Catania. I militari hanno infatti eseguito numerosi controlli sia sui prodotti ittici che da i mezzi adibiti al trasporto in celle frigorifero presenti nel mercato ittico. Nel corso di tale operazione sono state sequestrate 2 tonnellate di pesce spada, che dagli accertamenti erano risultati privi di tracciabilità. Sono stati evidenziati diversi processi verbali amministrativi di violazione sulla normativa della pesca e per la conservazione dei prodotti ittici.

Gli accertamenti dei militari saranno mirati a verificare se tale situazione sia riconducibile ad un episodio sporadico o se di contro, possa trattarsi di un ‘trucchetto’ realizzato per aumentare i profitti ed eludere i controlli necessari a garantire la qualità del prodotto stesso. L’impegno del Corpo della Guardia Costiera è mirato ad effettuare controlli sull’intera filiera ittica, sia in mare, che nei punti di approdo, fino ai ristoranti, per garantire al consumatore finale la tracciabilità del pescato, in modo tale da assicurare la piena commestibilità e scongiurare il verificarsi di qualsiasi criticità alimentare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*