Sgominata organizzazione dedita allo spaccio di droga a San Giovanni Galermo

Una indagine condotta dai carabinieri ha portato allo smantellamento di una organizzazione criminale facente riferimento al clan Santapaola – Ercolano, che operava nel popoloso quartiere di San Giovanni Galermo. All’alba di ieri, oltre 200 carabinieri di Catania e Gravina hanno preso d’assalto il quartiere, facendo scattare le manette sia per le figure apicali dell’organizzazione dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti, sia per la numerosa manovalanza di cui il clan si serviva per smerciare la droga.

Le accuse, a vario titolo, vanno dal traffico di sostanze stupefacenti, alla rapina, all’estorsione, all’associazione mafiosa. In tutto sono finite in manette ben 53 persone tra le quali anche tre donne. Lunghe e tortuose le indagini che hanno portato all’individuazione delle figure di spicco del clan e hanno smascherato le modalità con cui avveniva l’attività di spaccio che fruttava circa 50 mila euro al giorno. Le intercettazioni hanno anche smascherato alcuni comportamenti allucinanti, come il confezionamento delle dosi in presenza di minori o la strumentalizzazione dei bambini come schermo per eludere i controlli delle forze dell’ordine.

Durissima la presa di posizione del procuratore capo di Catania, Zuccaro, che ha evidenziato come gli effetti della crisi occupazionale si riverberano nel tessuto sociale, incrementando la manovalanza per le cosche mafiose. ‘Gli effetti collaterali negativi della crisi sono anche questi. La maggiore fonte di reddito di un intero quartiere è rappresentato dal traffico di sostanze stupefacenti e questo è veramente uno degli aspetti più negativi di questo fenomeno. Significa che noi rischiamo di
consegnare in maniera più o meno definitiva alla delinquenza giovani, persone che invece in una situazione di versa potrebbero dare all’economia un contributo ben diverso’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*