Stadio Angelo Massimino, a Catania il solito ri-tornello dellepolemiche

Con la gara di rugby tra Italia e Fiji dove sono attese ben 12 mila persone tornano le polemiche sull’inadeguatezza del Massimino ad ospitare grandi eventi. Questa volta la denuncia porta la firma del Consigliere Comunale, Vincenzo Parisi : “Quattro dei sei impianti di ingresso del Massimino non funzionano, causando per i tifosi code lunghissime ed enormi disagi”. Tornelli che non funzionano e lunghe, lunghissime code davanti agli ingressi della Tribuna A. Questa è la situazione che si sta presentando, nelle ultime giornate di campionato, ai possessori di abbonamento e biglietto che vogliono seguire la squadra di rossazzurra”. Vincenzo Parisi continua: “Sui sei impianti istallati – spiega – ne funzionano appena due e questo non fa creare enormi disagi ai tifosi costringendoli, superati i normali controlli, ad attese ulteriori di quasi un’ora’.

Una situazione assolutamente indecorosa ed inaccettabile per una città che ambisce al salto di categoria in uno stadio di grande tradizione calcistica. Parisi ha chiesto al sindaco “di attivarsi affinché i tornelli chiusi vengano ripristinati per assicurare ai tifosi un ingresso alla Tribuna A con tempi nettamente inferiori rispetto a quelli attuali. Oggi ci sono le modalità per intervenire tempestivamente ed evitare che lo stesso scenario presentatosi contro il Bisceglie si riproponga contro il Catanzaro”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*