Tondo Gioeni: il comunicato stampa sui sopralluoghi

Con un comunicato stampa, l’amministrazione comunale ha reso noto che sono state effettuate dei sopralluoghi nei cantieri nei pressi del Tondo Gioeni. Ecco il testo del comunicato:

“Abbiamo chiesto all’impresa di lavorare con il massimo impegno per rispettare rigorosamente i tempi contrattuali: la messa in sicurezza del Tondo Gioeni sotto il profilo idrogeologico, il prospetto monumentale che trasformerà questa in una scenografica piazza e la viabilità alternativa che ridurrà significativamente i volumi di traffico sulla Circonvallazione”.
Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco dopo aver effettuato un sopralluogo per verificare la situazione nei cantieri del Nodo Gioeni. Il primo cittadino era accompagnato dall’assessore Rosario D’Agata, dal direttore dei Lavori Pubblici Corrado Persico, dall’architetto Ugo Mirone, che ha progettato il prospetto sottostante il Parco, dall’esperto per la Mobilità Enzo Condorelli e da Rosario Marino degli Interventi speciali.
Bianco si è recato in via Albertone dove si sta realizzando un sistema di caditoie, tra cui una a nastro, per la captazione e la regimentazione delle acque piovane, che giungeranno alla condotta fognaria attraverso una colonna di scarico. Lungo la stessa strada si sta realizzando un marciapiede con ringhiera.
Lungo il viale Andrea Doria – dove sono in corso verifiche e spostamenti dei sottoservizi- è stata ricostituita e rafforzata l’armatura in ferro e sono state realizzate le fondamenta delle strutture verticali della parete, con la posa di reti metalliche che sosterranno l’impianto a verde. Si sta inoltre procedendo all’interramento della vasca di raccolta e del locale per le pompe delle fontane.
Il Sindaco ha poi raggiunto la via Roberto Giuffrida Castorina dove è a buon punto la realizzazione della viabilità alternativa al Nodo Gioeni: sfruttando i sottopassi esistenti si collegano la via dei Salesiani con il piazzale Aldo Moro, aree finora divise dalla perpendicolare di via Vincenzo Giuffrida.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*