Tribunale di Catania: valido il licenziamento comunicato tramite Whatsapp

Secondo una sentenza emessa dal tribunale di Catania, il licenziamento comunicato attraverso il social network Whatsapp è assolutamente legittimo. La sentenza, per certi versi rivoluzionaria, è stata emessa dal giudice del lavoro Mario Fiorentino che ha assolto il datore di lavoro dall’accusa della dipendente licenziata di non avere utilizzato modalità idonee nel comunicare l’avvenuto ‘sollevamento’ dall’incarico professionale.

Secondo il giudice del lavoro di Catania ‘la modalità utilizzata dal datore di lavoro nel caso di fattispecie appare idonea ad assolvere ai requisiti formali in esame, in quanto la volontà di licenziare è stata comunicata per iscritto alla lavoratrice in maniera inequivoca come del resto dimostra la reazione da subito manifesta dalla predetta parte’.

Insomma, secondo il tribunale del capoluogo etneo, il licenziamento tramite Whatsapp può essere assimilato alla forma scritta richiesta dalla legge, trattandosi di un documento informatico la cui avvenuta ricezione è assolutamente documentabile. Per questo motivo, ha rigettato il ricorso della dipendente per inammissibilità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*