Vendevano su internet pezzi di motociclette rubate: denunciati due giovani catanesi

Due giovani catanesi avevano pensato di creare una rete di vendita di pezzi di motocicli su internet. Tutto bene, tranne che i pezzi che fornivano su internet, erano tutti rubati. I due giovani sono stati denunciati dalla polizia per il reato di ricettazione. Gli agenti sono intervenuti in Piazza Risorgimento, dopo una denuncia fatta dal proprietario, che aveva riconosciuto i pezzi del suo motorino in vendita, bloccandoli con parti di un Honda Sh 150 rubato lo scorso 23 novembre.

L’uomo che li ha denunciati si era accorto nei giorni scorsi di un annuncio inerente la vendita di alcune parti di carrozzeria ed accessori simili a quelli del proprio scooter. Incuriosito l’inserzionista aveva richiesto l’invio di alcune foto. Proprio da qui il legittimo proprietario, senza ombra di dubbio, riconosceva le parti del motociclo e in maniera tangibile il portachiavi. Da qui è scattata la denuncia alla polizia che puntualmente ha arrestato i due giovani per il reato di ricettazione in concorso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*