Venne uccisa dal marito violento: condannati i due pm che ignorarono le denunce della vittima

Il dramma di Marianna Manduca, la donna di Palagonia che venne uccisa dal marito circa 10 anni fa, ha trovato finalmente giustizia. La vittima aveva denunciato per 12 volte il marito violento, ma l’inerzia della procura non diede riscontro al grido d’allarme della moglie.

Per questo motivo, la Corte d’appello di Messina ha deciso di condannare i magistrati inerti che non agirono tempestivamente per allontanare l’uomo dalla moglie. Secondo la magistratura peloritana ci fu dolo e colpa grave nell’inerzia dei pubblici ministeri di Caltagirone che ignorarono la condotta violenta dell’uomo che poi sfociò nell’omicidio del 2007.

Saverio Nolfo, questo è il nome del marito omicida, è attualmente in carcere per omicidio dove sta scontando la condanna a 20 anni. I due pm che lavoravano nella procura di Caltagirone sono stati condannati al risarcimento delle parti civili e insieme ad essi anche la Presidenza del Consiglio dei ministri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*