Ventenne uccisa a coltellate, condannato a 30 anni lʼex fidanzato.

Emessa la condanna del Gup di Catania Loredana Pezzino, che ha inflitto trent’anni di reclusione Luca Priolo, il 26enne che il 6 ottobre 2015 uccise con 42 pugnalate la 20enne ex convivente, Giordana Di Stefano. Il giudice ha riconosciuto un risarcimento ai familiari della vittima. Il processo è stato celebrato col rito abbreviato.

Il giovane dopo l’interrogatorio ha continuato “a negare la premeditazione”. Priolo, che ha confessato il delitto, dopo l’omicidio era fuggito, ma grazie alle indagini dei carabinieri di Catania era stato rintracciato a Milano e arrestato da militari alla stazione ferroviaria. Il giovane continua a “negare la premeditazione”, ribadendo che il movente è da collegare a “un raptus” dovuto alla “volontà di lei di non revocare la denuncia per stalking” nei suoi confronti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*