Violenta esplosione in via Garibaldi per una fuga di gas, il bilancio è terribile tre morti, due sono vigili del fuoco

Triste bilancio dell’esplosione che si è verificata in una palazzina di via Garibaldi, intorno all’altezza del civico 335, dove ci sarebbe stata una fuga di gas in una piccola officina, dove si riparavano biciclette. Sono 2 vigili del fuoco morti, ed un uomo di 75 anni trovato carbonizzato, più altri due vigili del fuoco che si trovano in gravi condizioni, ricoverati presso l’Ospedale Garibaldi. Tutto è successo ieri sera, quando i vigili del fuoco, chiamati dai vicini per il forte odore di gas, erano intervenuti per mettere in sicurezza la zona. Secondo una prima ricostruzione, smentita ufficialmente dal corpo dei vigili del fuoco, la squadra arrivata sul posto avrebbe utilizzato una motosega per tagliare un catenaccio della porta.

Quando però l’attrezzo ha toccato la catena, le scintille avrebbero raggiunto la bombola di gas presente nella bottega, provocando il violento boato che ha investito i vigili del fuoco. Resta ancora da chiarire come mai, il 75enne che era dentro casa, non abbia aperto porte e finestre, forse sia stato impedito da un malore, o lo abbia fatto apposta. Sulle cause dell’incidente tutto rimane al vaglio della Procura che ha aperto un’inchiesta non escludendo alcuna ipotesi fino alla conclusione degli accertamenti’.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*